IL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DELLA COMUNITA’ MONTANA MONTE SUBASIO

Nel corso dell’anno 2008 il Gruppo Comunale di Protezione Civile di Bastia Umbra, attraverso un bando del Cesvol Perugia, ha realizzato un video esplicativo sul Servizio Intercomunale di Protezione Civile. Il video è stato dapprima creato per i Volontari e per i Comuni di Bastia Umbra, Valtopina, Nocera Umbra, Torgiano e Spello, aderenti al Servizio Intercomunale e in secondo luogo per tutti gli altri Volontari e i cittadini desiderosi di conoscere le attività e l’importanza di tale iniziativa. L’obiettivo è quello di evidenziare l’importanza della presenza costante della componente istituzionale nel campo della protezione civile (il Comune come nucleo base delle attività di protezione civile) così come l’importanza dell’operare insieme per una maggiore efficacia ed efficienza nelle azioni svolte in territori omogenei. Altro obiettivo da non sottovalutare è quello di mostrare l’importanza dell’uniformità di linguaggio nell’operatività dei volontari del servizio intercomunale di protezione civile e mettere in luce il modello organizzativo sviluppato per lo svolgimento di attività di protezione civile tra amministrazioni diverse che operano in un territorio omogeneo e geograficamente limitrofo.

 

LINEE GUIDA MONTAGGIO TENDA MINISTERIALE PI M88

Nel 2005 i Volontari del Gruppo Comunale di Bastia Umbra realizzarono, con proprie risorse, il primo video didattico per la formazione continua dei Volontari di Protezione Civile. L’argomento riguardava il montaggio delle tende ministeriali PI M88 con le quali vengono allestite le tendopoli per il ricovero della popolazione. L’assistenza alla popolazione resta una delle attività fondamentali da svolgere in caso di emergenza e l’allestimento di strutture di ricovero in linea con le direttiva nazionali è demandata sempre più frequentemente al volontariato di Protezione Civile. Da qui l’idea di realizzare una versione aggiornata e professionale del video didattico, che fu prodotto nel corso dell’anno 2007 in occasione del decennale del sisma Umbria-Marche del 1997. L’obiettivo è quello di consentire una formazione continua e permanente sulle giuste modalità di allestimento della tenda ministeriale PI mod. 1988, utilizzata per gli scopi di soccorso. La possibilità di avere sempre a disposizione un video didattico consente ad ogni Organizzazione di Volontariato di effettuare un agevole ripasso in aula senza però sottovalutare l’importanza attribuita all’addestramento sul campo, che resta un passaggio e un’attività inderogabile per il completamento del percorso formativo di ciascun Volontario. E’ possibile richiedere il dvd integrale del video “Linee Guida sul Montaggio della Tenda Ministeriale P.I. M88” inviando il modulo, presente nella sezione download del sito, all’indirizzo di posta elettronica specificato all’interno.

 

VIDEO SUL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

Nel 2012 il Dipartimento di Protezione Civile - Presidenza del Consiglio dei Ministri ha realizzato questo documento audiovisivo che sintetizza il quadro sul Volontariato di Protezione Civile. Il video è utile per far comprendere con estrema immediatezza le attività, i compiti e la struttura delle Organizzazioni di Volontariato che operano sul territorio nazionale. Ci teniamo a precisare che l'opera non è di nostra produzione ma abbiamo comunque deciso di proporla nella nostra gallery per contribuire alla diffusione ed alla conseguente sensibilizzazione in materia di Protezione Civile. Buona visione!!! 


 

CAMPAGNA DISASTER RISK REDUCTION E RESILINEZA

Le Nazioni Unite, attraverso l'ufficio United Nations Office for Disaster Risk Reduction, nell'anno 2012 hanno elaborato questo video clip per mostrare l'importanza delle attività di prevenzione, preparazione e resilienza. Attraverso attività come queste viene portata avanti la campagna di sensibilizzazione sull'importanza della cittadinanza attiva, un cittadino capace di rispondere alle emergenze che colpiscono il proprio territorio, un cittadino primo soccorritore di se stesso. Sviluppare una Cultura della Prevenzione e non solo una Cultura della Reazione.
“Questi sono rischi naturali ma la verità è che non c’è nulla di naturale nei disastri. Noi sappiamo…che non possiamo prevenire un rischio dal manifestarsi ma possiamo fare in modo che il rischio non diventi un disastro e possiamo mitigare l’impatto e possiamo imparare dal rischio, portare le persone insieme a rivedere le politiche e rendere le nostre comunità resilienti."

Per maggiori informazioni visita il loro sito web www.unisdr.org