L'area telecomunicazioni si basa essenzialmente sull'implementazione di sistemi di radiocomunicazioni al fine di garantire costantemente le comunicazioni tra i vari soggetti anche in caso di situazioni di emergenza quando i normali canali di comunicazione potrebbero non funzionare correttamente. Cuore pulsante delle telecomunicazioni è la Sala Operativa dove sono collocate tutte le apparecchiature in dotazione ai volontari. L'implementazione avvenuta nel corso dell'anno 2009 ha portato alla realizzazione di una rete radio PMR di tipo professionale su frequenza dedicata alla Protezione Civile del Comune di Bastia Umbra operante su ponte radio digitale.

Qualche elemento in dotazione:

  • ponte radio motorola digitale/analogico 
  • radio veicolare e portatili motorola serie motorbo operanti in modalità digitale e dotate tutte di GPS
  • personal computer per la gestione del ponte radio e delle attività di sala operativa 
  • kenwood tmd-700e: apparato radioamatoriale multibanda con modulo APRS
  • kenwood th-d7e: apparato radioamatoriale portatile con modulo APRS
  • kenwood ts-140s: apparato per le trasmissioni HF
  • kenwood tm-v7e: apparato radioamatoriale multibanda
  • lpd alinco: radio portatile per comunicazioni a breve raggio su banda LPD
  • alan 48: apparato per le trasmissioni su banda CB
  • kenwood vc-h1: per le trasmissioni di immagini in SSTV
  • decoder ATV: per la ricezione di segnali audio-video in modalità ATV
  • trasmettitore ATV: per la trasmissione di segnali audio-video in modalità ATV
  • personal computer per l'elaborazione dei dati dell'aprs e dell'sstv e per la gestione delle attività radioamatoriali

 

Da sottolineare la oramai crescente interazione tra tecnologia analogica e digitale che ha permesso lo sviluppo di tecnologie molto interessanti anche in ambito di protezione civile (basti pensare alla possibilità di gestione dei mezzi in movimento o lo scambio di semplici documenti via radio).

Il Gruppo Comunale di Bastia Umbra è da sempre attivo nell'ambito della ricerca di nuove tecnologie disponibili, nonchè la sperimentazione di quelle già esistenti in piena armonia sia con gli altri gruppi di volontariato di protezione civile sia con i radioamatori e le associazioni di radioamatori presenti sul territorio.